Polo Ostiense

Il polo museale Ostiense è il primo polo realizzato dell’intero progetto ecomuseale ed è situato ad Ostia Antica all’interno del complesso dell’Impianto Idrovoro della Bonifica. Dal 1997 l’Ecomuseo è una entità riconosciuta di pubblico interesse dalla Regione Lazio e inserito nella Organizzazione Museale Regionale, programma DEMOS, musei demoetnoantropologici. Il Polo Ostiense è stato realizzato con il concorso dell’Assessorato Opere e Reti e dell’Assessorato Cultura della Regione Lazio e del Consorzio di Bonifica Tevere Agro Romano.

L’area museale comprende due percorsi complementari e integrati dal punto di vista museografico e ambientale. Il primo percorso, che si svolge in esterno, incontra i luoghi di maggior interesse dell’area di bonifica: i canali di acque basse e alte, la grande vasca di raccolta delle acque basse, gli impianti delle idrovore antiche e moderne. Nel fabbricato principale dell’impianto, la cui costruzione risale al 1884, è possibile ammirare la sala macchine pressoché nelle condizioni originarie, che conserva, tuttora funzionanti, le prime pompe di sollevamento idraulico. Nell’area giardino sono esposti i modelli in scala reale delle capanne dell’agro e alcuni attrezzi d’uso agricolo.

Il secondo percorso, all’interno della struttura museale, è articolato in varie sezioni  che rappresentano diversi temi e momenti connessi con le bonifiche e le trasformazioni fisiche e antropiche del territorio: l’agro litoraneo prima del secolo XIX; la situazione igienico sanitaria della campagna e la legislazione per il risanamento della capitale; le scoperte sui modi di trasmissione della malaria e la lotta antimalarica; la nascita della cooperazione bracciantile nel ravennate; l’impresa di bonifica del litorale romano; la nascita e lo sviluppo degli insediamenti contemporanei.

Un terzo percorso, in fase di realizzazione, esplorerà le tappe principale della colonizzazione umana dell’agro litoraneo, dall’antichità a i giorni nostri, con particolare riferimento agli impianti portuali e alle strutture connesse.

Nelle sale vengono presentati documenti fotografici d’epoca; memorie e reperti; oggetti d’uso domestico e attrezzi di lavoro originali; testimonianze, canzoni, suoni e testimonianze in registrazioni video e audio di protagonisti e possessori di memorie di vita dell’ultimo secolo; set ricostruttivi e modelli plastici in scala dell’area della bonifica. Uno speciale plastico con pompe di sollevamento di acqua, simula il funzionamento dell’impianto di bonifica.

La speciale Sala Spazio/Tempo realizzata con tecnologie avanzate, consente al visitatore di orientarsi nello spazio del litorale e di rivivere le trasformazioni fisiche del territorio negli ultimi 20.000 anni di storia, attraverso immagini reali e virtuali , schemi e diagrammi, reperti, plastici e computer animation.

Nella Sala Visioni, dove si svolgono conferenze, incontri, dibattiti, presentazioni e programmi didattici, vengono proiettati i film documentari sulla storia del territorio prodotti in esclusiva per l’Ecomuseo. Il visitatore può scegliere in catalogo l’opera che maggiormente lo interessa e ha la possibilità di vederla nella modalità che preferisce, su grande schermo o su monitor.

One Trackback

  1. […] del Polo Ostiense  Sabato: dalle ore 11,00 alle ore 18,00 Da Martedì a Venerdì: visite riservate a gruppi e […]

2009 © CRT Cooperativa Ricerca sul Territorio - All Right Reserved. Via del Fosso di Dragoncello n. 172 00124 Roma / P. IVA 01502851007